insiemeconsumatori.eu

A+ A A-

Con il ddl concorrenza si prospettano tempi duri per i consumatori. Le novità introdotte dal disegno di legge infatti non sembrano, almeno al momento, giovare ai consumatori.  Per quanto riguarda il campo delle telefonia viene reintrodotta la penale nel caso in cui un utente voglia cambiare operatore e approfittare di un'offerta più conveniente. La sanzione che si aggirerebbe intorno ai 100 euro era stata abolita dalla "legge Bersani".

Con il ddl concorrenza torna la penale se si cambia operatore telefonico
Con la "legge 40" del 2007, la cosiddetta legge Bersani, che è tutt'ora in vigore, gli eventuali costi per i consumatori che cambiano gestore si limitano a quelli di disattivazione. Secondo quanto spiegato da Altroconsumo, se nell'iter affinché diventi legge il ddl non subirà modifiche "l'operatore può far pesare sulla fine anticipata del contratto, che non può essere superiore ai 24 mesi, l'investimento in marketing per promuovere l'offerta".

Le associazioni dei consumatori deluse: "Liberalizzazioni flop" - Le liberalizzazioni del ddl concorrenza quindi rischiano di portare più costi per i consumatori. Lo evidenziano le associazioni che esprimono delusione e criticano diverse novità contenute nel provvedimento. Oltre alla reintroduzione della penale sulla telefonia anche l'addio al mercato tutelato dell'energia, che "rischia fortemente di essere esclusivamente un regalo" alle aziende, avvertono Adusbef e Federconsumatori. E l'Unione nazionale dei consumatori fa notare che, secondo i dati dell'Authority, chi è passato al mercato libero ha pagato prezzi superiori del 15-20% rispetto a quello tutelato. 

Non convince neanche il provvedimento sull'rc auto - Introduce uno sconto sulle tariffe assicurative per chi installa la scatola nera sulla propria vettura: "Rischia però di tramutarsi in una colossale bufala per i cittadini e di determinare costi ben più elevati degli sconti promessi", avverte il Codacons. Adusbef e Federconsumatori avvertono inoltre che la norma sulla messa in discussione dei risarcimenti per lesioni alla persona, se attuata, realizzerebbe un forte taglio ai costi alle compagnie a tutto danno degli assicurati.

Risparmi mancati sul fronte farmaceutico - Nel ddl è stata infatti stralciata la norma sulla liberalizzazione della vendita di farmaci di fascia C fuori dalle farmacie e questo - calcola Federconsumatori - avrebbe permesso risparmi per circa 42 euro annui a famiglia. 

 

 

Il twit del Direttore

test primo twit

Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo. Primo test dei...

Continua a leggere

Leggi anche

  • 1
  • 2
  • 3
Etichetta per gli pneumatici

Etichetta per gli pneumatici

Dal prossimo 1° novembre tutti gli pneumatici per aut...

Compagnie aeree: biglietti on-line

Compagnie aeree: biglietti on-line

Nuovi guai per le compagnie aeree che vendono i biglietti...

Truffe per email

Truffe per email

Il mercato di beni e servizi telematici è in costa...

L'Associazione Insieme Consumatori è stata inserita nel Comitato Regionale Unione Consumatori (C.R.U.C.) della Regione Lazio con decreto del Presidente della Regione n° T00252 del 13 luglio 2012. Designed & powered by www.SiteBens.it

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla