insiemeconsumatori.eu

A+ A A-

Romolo Reboa, avv. Romolo Reboa, avv. Reboa, Reboa, Romolo, avvocato, studio legale, studio legale Reboa, avvogatto, legale, difensore, www.reboa.eu, www.in-giustizia.eu, www. Insiemeconsumatori.eu, Ingiustizia la PAROLA al POPOLO, la PAROLA al POPOLO, Insieme Consumatori, Roma, via Flaminia, ricorso, assistenza legale, sistema, sistema giudiziario, udienza, articolo, Costituzione, procedimento giudiziario, causa, civile, penale, ammnistrativo, processo, durata, giustizia, ingiustizia, indennizzo, termine, grado, grado di giudizio, diritto, lite, diritti, giurisprudenza, primo grado di giudizio, secondo grado di giudizio, terzo grado di giudizio, controversie, famiglia, procedimenti penali, pensionistici, lavoro, vita, salute, equa riparazione, fondamento giuridico, diritto comunitario, diritto europeo, Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, C.E.D.U., Unione Europea, Roma, Italia, ratifica, Legge Pinto, legislatore, disciplina, procedura, cittadino, giudice, magistrato, Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo, convenzione, oneri, spese giudiziarie, domanda risarcitoria, quota, liquidato giudiziario, indennizzoUn'azienda associata ad Insieme Consumatori ha rappresentato di essere stata contattata da un'operatrice di call center della Telecom Italia Spa che comunicava che sarebbe stato inviato a titolo gratuito un tablet

Di fronte al diniego del responsabile della società l'operatrice ha detto che si trattava di una promozione unica di Telecom per fidelizzare i propri clienti ed evitare che sfruttassero la mobile number portability per rivolgersi ad altri gestori. 

Di fronte alle ripetute asserzioni che si trattava di un'offerta a titolo gratuito l'azienda accettava la consegna, pur non essendo interessata a ricevere il tablet, un Olivetti Olipad Graphos W 811, che infatti rimaneva imballato nell'azienda. 

Inopinatamente dopo sei mesi giungeva in azienda una fattura con un addebito di quasi 1.700,00 a fronte di un prodotto che doveva essere gratuito e che sul mercato non vale più di € 500,00 stante anche la crisi dell'Olivetti.

Insieme Consumatori sta ricorrendo, tramite il Suo Presidente, avv. Romolo Reboa, al CORECOM al fine di risolvere la problematica e sta anche ipotizzando una denuncia alla Procura della Repubblica. 

Ritenendo che si tratti di un caso non isolato si invitano eventuali ulteriori vittime a segnalare simil truffe all' indirizzo email di Insieme Consumatori Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il twit del Direttore

test primo twit

Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo. Primo test dei...

Continua a leggere

Leggi anche

  • 1
  • 2
  • 3
Etichetta per gli pneumatici

Etichetta per gli pneumatici

Dal prossimo 1° novembre tutti gli pneumatici per aut...

Compagnie aeree: biglietti on-line

Compagnie aeree: biglietti on-line

Nuovi guai per le compagnie aeree che vendono i biglietti...

Truffe per email

Truffe per email

Il mercato di beni e servizi telematici è in costa...

L'Associazione Insieme Consumatori è stata inserita nel Comitato Regionale Unione Consumatori (C.R.U.C.) della Regione Lazio con decreto del Presidente della Regione n° T00252 del 13 luglio 2012. Designed & powered by www.SiteBens.it

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla