insiemeconsumatori.eu

A+ A A-

Con il decreto legge n.201 del 2011 all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni sono state trasferite competenze di regolazione, vigilanza e tutela degli utenti nei servizi postali. Con le delibere 731/11/CONS e 65/12/CONS, è stata istituita la Direzione Servizi Postali cui spetta il compito di esercitare tali funzioni nel settore postale oggetto di un delicato iter di liberalizzazione, avviato dal legislatore comunitario con la direttiva n.97/67/CE, modificata nel 2002 (2002/39/CE) e nel 2008 (2008/6/CE) al fine di promuovere la completa apertura del mercato.
All’interno di tale processo, volto a una progressiva apertura del mercato alla concorrenza, rimane centrale la previsione di un servizio universale postale, che ricomprende una serie di servizi essenziali da fornire, a prezzi accessibili, in tutti i punti del territorio nazionale. Sono molteplici gli interventi regolamentari che competono all’Autorità nel settore postale. Nello specifico l’Agcom determina le tariffe dei servizi nei settori regolamentati, predispone i criteri in materia di accesso alla rete, definisce i parametri di separazione contabile, procede alla verifica del costo netto del servizio universale e definisce la misura della contribuzione degli operatori al fondo di compensazione, istituito per distribuire tra i diversi operatori i costi del servizio universale. Rilevanti sono anche le funzioni attribuite in materia di qualità dei servizi postali: definizione degli standard di qualità e determinazione dei requisiti necessari per il rilascio dei titoli abilitativi (licenze e autorizzazioni). Su tutti gli obblighi gravanti sui fornitori dei servizi postali la Direzione Servizi Postali esercita un’attività di vigilanza che può anche trarre impulso dalle segnalazioni degli utenti e dei fornitori o essere avviata d’ufficio. Particolarmente rilevante, in tale ambito, è il monitoraggio sul rispetto degli obblighi in materia di tariffe, di parità di accesso e di servizio universale.  Correlato all’attività di vigilanza c’è l’esercizio del potere sanzionatorio riconosciuto all’Autorità per un’ampia gamma di fattispecie tra cui la violazione degli obblighi derivanti da licenze o autorizzazioni, la violazione degli obblighi che gravano sul fornitore di servizio universale, la mancata comunicazione, nei termini e con le modalità prescritte, dei dati e delle notizie richieste dall’Autorità. Se si è in presenza di reiterazione di violazioni, o se le stesse risultano gravi, l’Autorità può proporre al Ministero per lo sviluppo economico la revoca dei titoli abilitativi.  E’stato predisposto un Modello per denunciare le presunte violazioni riscontrate dando così impulso all’attività di vigilanza dell’Autorità all’esito della quale potrà essere anche irrogata una sanzione all’operatore postale. Ogni fornitore di servizio postale ha l’obbligo di adottare iter specifici per la gestione dei reclami e procedure conciliative. Devono inoltre essere prefigurati sistemi di rimborso o compensazione nel caso di disservizi. Qualora l’esito delle procedure che si svolgono davanti al fornitore sia ancora insoddisfacente per l’utente, quest’ultimo può rivolgersi all’Autorità. Resta ferma per l’utente la facoltà di rivolgersi all’autorità giurisdizionale o, in alternativa, di attivare meccanismi di risoluzione extragiudiziale delle controversie ai sensi delle disposizioni legislative vigenti. Ciascun fornitore del servizio postale è tenuto, inoltre, ad adottare una Carta della qualità dei servizi prestati nella quale sono recepiti gli standard di qualità definiti dall’Autorità.
La Direzione Servizi Postali partecipa ai lavori e alle attività nelle sedi internazionali e negli organismi dell’Unione europea. L’Agcom, regolatore indipendente del settore, rappresenterà l’Italia nel Gruppo dei regolatori europei per i servizi postali (European Regulators Group for Postal Services – ERG-P). Il Gruppo è attivo dal 2010 e fornisce alla Commissione europea supporto tecnico in materia di servizi postali. L’Agcom ha avvito uno scambio di informazioni con le Autorità nazionali europee incardinando con le stesse un’attività di collaborazione e cooperazione volta alla condivisione di pratiche virtuose nella regolamentazione, vigilanza e tutela degli utenti del settore postale.

Il twit del Direttore

test primo twit

Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo.  Primo test dei twit per il modulo. Primo test dei...

Continua a leggere

Leggi anche

  • 1
  • 2
  • 3
Etichetta per gli pneumatici

Etichetta per gli pneumatici

Dal prossimo 1° novembre tutti gli pneumatici per aut...

Compagnie aeree: biglietti on-line

Compagnie aeree: biglietti on-line

Nuovi guai per le compagnie aeree che vendono i biglietti...

Truffe per email

Truffe per email

Il mercato di beni e servizi telematici è in costa...

L'Associazione Insieme Consumatori è stata inserita nel Comitato Regionale Unione Consumatori (C.R.U.C.) della Regione Lazio con decreto del Presidente della Regione n° T00252 del 13 luglio 2012. Designed & powered by www.SiteBens.it

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla